Alghe unicellulari - (Volvox) e Chlorophyceae - Volvocales - ABC delle alghe in acquario

Bloccato
Avatar utente

Topic author
Marino Varetto
Site Admin
Site Admin
Livello 6
Livello 6
Messaggi: 393
Iscritto il: 26 febbraio 2017, 15:59
Tipo di acquario: Dolce
Litri: 150 - 50
Biotopo: Plantacquario
Numero di vasche: 2
Occupazione: Artigiano

Alghe unicellulari - (Volvox) e Chlorophyceae - Volvocales - ABC delle alghe in acquario

Messaggio da Marino Varetto » 13 aprile 2017, 10:58

Alghe unicellulari - (Volvox) e Chlorophyceae - Volvocales



Volvox algae - foto danielepin.JPG


Insorgenza di alghe Volvox n un acquario ­ Foto di Danielepin



Classificazione scientifica:

Dominio: Eukaryota

Regno: Plantae

Phylum: Chlorophyta

Classe: Chlorophyceae

Ordine: Volvocales

Famiglia: Volvocaceae

Genere: Volvox – (L., 1758)

Specie:

Volvox aureus
Volvox barberi
Volvox carteri (V. nagariensis)
Volvox dissipatrix
Volvox globator
Volvox rouseletti
Volvox tertius



Descrizione della specie:


Continuiamo questa rassegna che cerca di rappresentare le formazioni di alghe più comuni in acquario con un vero flagello per l'appassionato, le famigerate Volvox. Solo sentirne il nome impressiona, forse più per l'investimento economico che si renderà necessario, che per il vero problema.


Queste alghe unicellulari sono dotate di flagelli che consentono alle singole cellule di muoversi ed aggregarsi in colonie enormi e sono dotate di fotorecettori che consentono alla colonia stessa di nuotare verso la luce. La loro manifestazione tipica è quella di una nebbia più o meno densa, inizialmente di colore bianco che passa lentamente e gradatamente al verde intenso.


eheim-reeflex-uv-4.jpg


Una lampada germicida UV, la sola cosa da utilizzare in caso di Volvox



Sono in grado, nelle condizioni corrette per loro, di invadere in una sola notte un intero acquario riservandoci la sorpresa di vedere l'interno della nostra vasca al mattino interamente opaca e di colore verde. Altre volte, rimangono latenti anche per molti giorni, formando una sorta di nebbia biancastra impalpabile, prima di esplodere nella loro classica manifestazione di opalescenza verde.

Il degrado generale dell'acqua è solitamente la causa principale di questa insorgenza, che spesso dilaga in concomitanza di con l'introduzione di qualche nuova pianta, importando in questo modo delle spore o qualche cellula della stessa alga.


Cause scatenanti:

Valori complessivamente alterati dell'acqua. Alta conduttività.
Alto valore di Nitrati e di fosfati. Forte illuminazione.
Carenza di CO2


Rimedi ed interventi limitanti:

Aumentare la capacità di pre filtraggio del nostro filtro, con sostituzione del materiale quasi quotidianamente. Impiegare un filtro esterno a farina di Diatomee, o farina fossile.
Trattare l'acqua filtrata con una lampada germicida UV.
Cambio parziale d'acqua, quando la trasparenza della stessa sarà ripristinata.
Continuare il trattamento anche per una decina di giorni dopo la risoluzione dell'insorgenza.



Per tornare all'elenco delle alghe in acquario: ABC delle alghe - Le nostre attuali conoscenze






Note dell’Autore:


Questo articolo è stato da me pubblicato per la prima volta sul forum Acquariodolce.it nel periodo intercorso tra il 2015 ed il 2016, poi diventato Microcosmoacquari.it
La versione che avete letto è stata da me rivista e corretta, e nuovamente editata per la sua pubblicazione odierna.



Bibliografia e ringraziamenti dell'Autore:

- Il web tutto
- Wikipedia enciclopedia libera
- Rivista Aquarium , ed. Primaris
- Rivista Acquarium oggi, ed. Aquaristica
- La mia Biblioteca personale


©Copyright 2017 Marino Varetto – Acquariodolce.it
Tutti i diritti sono riservati. I testi sono di proprietà di Marino Varetto ai sensi e per gli effetti della Convenzione Universale del diritto d’autore di Ginevra 1952 e della Legge 22 aprile 1941 nr. 633 modificata dalla Legge 22 maggio 2004 nr. 128
E’ vietata la copia e la pubblicazione, anche parziale, del materiale su sito internet e/o su qualunque altro mezzo se non a fronte di esplicita autorizzazione scritta dell’autore e con citazione esplicita della fonte. E’ consentita la riproduzione parziale su forum o blog solo se accompagnata da link all’originale della fonte. E’ altresì vietato utilizzare il presente materiale per scopi commerciali di qualunque tipo.
Copyleft: è consentita la stampa e la copia cartacea esclusivamente per uso personale e senza fine di lucro.
Le suddette regole valgono in tutti i paesi del mondo, ogni violazione sarà perseguita a norma di legge.
Eventuali immagini soggette a copyright ed erroneamente pubblicate, verranno immediatamente rimosse su segnalazione del proprietario dei diritti.
Le immagini senza indicazione del fotografo sono da intendersi di proprietà personale dell’autore.



Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Non si deve perdere tempo a dire quello che

Bloccato

Torna a “Articoli e schede piante”