Alghe verdi filamentose - ABC delle alghe in acquario

Bloccato
Avatar utente

Topic author
Marino Varetto
Site Admin
Site Admin
Livello 6
Livello 6
Messaggi: 393
Iscritto il: 26 febbraio 2017, 15:59
Tipo di acquario: Dolce
Litri: 150 - 50
Biotopo: Plantacquario
Numero di vasche: 2
Occupazione: Artigiano

Alghe verdi filamentose - ABC delle alghe in acquario

Messaggio da Marino Varetto » 11 aprile 2017, 19:49


filamentose algae.jpg



Essere sotto attacco delle alghe filamentose, senza correre ai ripari in tempi brevi può ridurre il nostro acquario e le nostre piante in questo modo...



Classificazione scientifica:


Dominio Eukaryota

Regno Plantae Divisione Chlorophyta Classe Chlorophyceae

Ordini: Oedogoniales


Descrizione della specie:


filamentose algae 02.jpg



Alghe filamentose in acquario



Molto probabilmente è l'alga più famosa degli acquari in quanto bene o male tutti ci abbiamo e ci faremo i conti ogni qual volta che allestiremo una vasca. Questa alga verde si presenta appunto di aspetto filamentoso, non ramifica, e le sue cellule possiedono un solo nucleo ed un solo grande cloroplasto deputato alla fotosintesi clorofilliana.

Queste cellule accrescono sotto forma di sottili filamenti quasi setosi di un bel colore verde intenso, e possono raggiungere i dieci cm di lunghezza, formando a volte, anche dei batuffoli arruffati ed intrecciati, (vedi sotto a seguire). Si riproducono per mezzo di spore che le singole cellule rilasciano a intervalli regolari.
Queste spore flagellate riescono a muoversi nell'acqua indipendentemente, oltre a sfruttare la corrente dell'acqua, riuscendo a colonizzare di conseguenza molte zone "libere" dell'acquario, dove si svilupperanno i nuovi filamenti. Essendo vegetali con esigenze molto simili a quelli delle piante superiori il loro sviluppo in una vasca nuova può essere davvero impressionante.


filamentose algae 02 - foto DavideVR.jpg


Insorgenza massiva di alghe filamentose ­ Foto DavideVR



Cause scatenanti:


Vasca nuova ancora in maturazione. Una buona illuminazione, una corretta ossigenazione dell'acqua, unita ad una buona qualità della stessa, ed una abbondanza di nutrienti, sono sufficienti a farle prosperare, specie se le loro naturali antagoniste, le piante superiori, stentano a cominciare a vegetare.

Filtro e flora batterica nitrificante non ancora in completa maturazione.

Ammonio e/o Ammoniaca, dipende tutto dal valore del pH, anche se in leggere quantità, sono presenti nell'acqua, per via dell'incompleta maturazione del filtro, e la stasi delle piante superiore.



Rimedi ed interventi limitanti:


In genere, con la maturazione progressiva del sistema vasca, scompaiono da sole, in quanto le piante riescono a sottrarre tutto il nutrimento alle stesse alghe.

Eliminazione meccanica, utilizzando vecchi spazzolini, arrotolandole come se si trattasse di spaghetti.

Allevamento di specie animali fitofaghe, siano essi pesci o crostacei, animali questi, che sono in grado di aiutarci moltissimo a combattere queste insorgenze algali.

Controllare bene la fertilizzazione giornaliera, eventualmente riducendola leggermente, sempre per riuscire a stabilire la competizione tra le piante e questa alga.

Possibile trattarle con il Perossido di Idrogeno, anche se trovo la cosa migliore riuscire a combatterle naturalmente, con la sola maturazione della vasca.


Per tornare all'elenco delle alghe in acquario: ABC delle alghe - Le nostre attuali conoscenze




Note dell’Autore:


Questo articolo è stato da me pubblicato per la prima volta sul forum Acquariodolce.it nel periodo intercorso tra il 2015 ed il 2016, poi diventato Microcosmoacquari.it
La versione che avete letto è stata da me rivista e corretta, e nuovamente editata per la sua pubblicazione odierna.



Bibliografia e ringraziamenti dell'Autore:

- Il web tutto
- Wikipedia enciclopedia libera
- Rivista Aquarium , ed. Primaris
- Rivista Acquarium oggi, ed. Aquaristica
- La mia Biblioteca personale


©Copyright 2017 Marino Varetto – Acquariodolce.it
Tutti i diritti sono riservati. I testi sono di proprietà di Marino Varetto ai sensi e per gli effetti della Convenzione Universale del diritto d’autore di Ginevra 1952 e della Legge 22 aprile 1941 nr. 633 modificata dalla Legge 22 maggio 2004 nr. 128
E’ vietata la copia e la pubblicazione, anche parziale, del materiale su sito internet e/o su qualunque altro mezzo se non a fronte di esplicita autorizzazione scritta dell’autore e con citazione esplicita della fonte. E’ consentita la riproduzione parziale su forum o blog solo se accompagnata da link all’originale della fonte. E’ altresì vietato utilizzare il presente materiale per scopi commerciali di qualunque tipo.
Copyleft: è consentita la stampa e la copia cartacea esclusivamente per uso personale e senza fine di lucro.
Le suddette regole valgono in tutti i paesi del mondo, ogni violazione sarà perseguita a norma di legge.
Eventuali immagini soggette a copyright ed erroneamente pubblicate, verranno immediatamente rimosse su segnalazione del proprietario dei diritti.
Le immagini senza indicazione del fotografo sono da intendersi di proprietà personale dell’autore.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Non si deve perdere tempo a dire quello che

Bloccato

Torna a “Articoli e schede piante”